Indice del forum www.spiritoconlascure.it
Il Forum di Za-gor Te-nay
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 
Indice del forum

        
*** FINO A VENERDI' 23/07, SU CATAWIKI, E' ATTIVA ASTA (SENZA PREZZO RISERVA) MATERIALE DI ZAGOR E TEX - I nostri forumisti, in caso di acquisto, potranno usufruire di un Voucher!! Vedere il topic nella sezione IL FUMETTO DA COLLEZIONE - IL LINK E' QUI SOTTO, A SINISTRA ***


Asta CATAWIKI Tex e Zagor
NON-MORTI --- n° 674-675-676
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Commenti sulle storie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Super Mark
Vagabondo del Forum
Vagabondo del Forum


Registrato: 06/11/03 12:55
Messaggi: 50750
Località: Sassari 08/09/1980

MessaggioInviato: Mar Nov 09, 2021 10:11 am    Oggetto: Rispondi citando

Oggi compro l'albo assieme al Tex e alle strisce. Spero di poter dare il mio giudizio già da domani.
_________________
Super Mark

felipecayetano ha scritto:
se mark fosse stato schliemann, una volta scoperte le prime rovine di troia avrebbe ricoperto tutto pensando di aver trovato i resti di un film di pastrone Brick wall
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Super Mark
Vagabondo del Forum
Vagabondo del Forum


Registrato: 06/11/03 12:55
Messaggi: 50750
Località: Sassari 08/09/1980

MessaggioInviato: Mer Nov 10, 2021 5:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cosa dire, se non che siamo dalle parti del capolavoro? Una storia entusiasmante, con personaggi credibili, dark come si conviene, con uno Zagor grandioso anche quando sembra nelle pesti e con un Cico a cui viene dato il giusto spazio.
Bellissima. Venturi molto bravo. Copertine eccellenti.

10 senza discussioni.
_________________
Super Mark

felipecayetano ha scritto:
se mark fosse stato schliemann, una volta scoperte le prime rovine di troia avrebbe ricoperto tutto pensando di aver trovato i resti di un film di pastrone Brick wall
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Spiritello senza scure
Iper Zagoriano
Iper Zagoriano


Registrato: 28/08/12 07:45
Messaggi: 9481
Località: Vinegia

MessaggioInviato: Gio Nov 11, 2021 9:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Aspettato mesi e finalmente centellinata e gustata vignetta per vignetta. Storia entusiasmante in un crescendo di tensione e di attesa in una corsa contro il tempo che richiama il romanzo del capostipite letterario di Stoker. Rakosi calato nel suo contesto atavico è più forte che mai e vediamo uno Zagor veramente infuriato e deciso, senza pietismi fuori luogo e discorsi alla "voèmose tutti ben". Belli i richiami alla prima avventura nolittiana e anche Rakosi, nei dialoghi e nei comportamenti, sembra rifarsi a quella storia.
Poichè non è stato distrutto, come prescrivono i sacri testi sul vampirismo, è facile pensare che Rakosi possa ritornare; di certo ritornerà Ylenia che se ne è andata libera e senza danni.
Capitolo disegni. Premetto che mi sono piaciuti e ho apprezzato le tavole ariose, i disegni puliti e i mirabili paesaggi viennesi o il castello del vampiro ma...c'è un ma. Il tratto di Venturi ha subìto una evidente evoluzione e non sono sicuro che sia in meglio. Certo, il barone è disegnato assai più simile a quello Nolittiano di quanto non abbia mai fatto Della Monica (e questo, IMO, è l'unico "biasimo" che mi sento di muovere a Raffaele) ma le altre figure specie le femminili Frida e Ylenia, sembrano a volte tirate via, spesso legnose nei tratti; al pari di certe scene che sono disegnate col righello o in maniera appena accennata. Per dire, le tavole che rifanno le scene ferriane della prima apparizione di Rakosi a Fairmont fanno cadere le braccia se paragonate, appunto, a quelle del Maestro. Ma, per rimanere a Venturi stesso, anche in confronto a quelle del primo color di Fishleg, ad esempio, sembra di trovarsi di fronte ad un disegnatore completamente diverso e la cosa può spiazzare. Nel complesso, comunque, il lavoro svolto è di buon livello.
_________________
« ...E coloro che furono visti danzare vennero giudicati pazzi da quelli che non potevano sentire la musica.»

« Se Karl Kraus avesse scritto Il Capitale, lo avrebbe fatto in tre righe »

« Nulla di veramente grande è mai stato fatto senza passione. »

« A chi vede sempre il bicchiere mezzo vuoto consiglio di travasare tutto in uno più piccolo e di non rompere i coglioni »

“Allorché, esaurito ogni motivo di rivolta, non si sa più contro cosa insorgere si è presi da una tale vertigine che si darebbe la vita in cambio di un pregiudizio”
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
MarioCX
Zagoriano Expert
Zagoriano Expert


Registrato: 21/03/05 13:13
Messaggi: 1740
Località: Savona

MessaggioInviato: Gio Nov 11, 2021 11:46 am    Oggetto: Rispondi citando

Spiritello senza scure ha scritto:

Per dire, le tavole che rifanno le scene ferriane della prima apparizione di Rakosi a Fairmont fanno cadere le braccia se paragonate, appunto, a quelle del Maestro.


Si, ho notato anch'io.
Il paragone è impietoso, ma non se ne abbia a male Venturi: il Maestro è inarrivabile.
Sarebbe come se Paul McCartney si offendesse per un accostamento perdente con Mozart.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Doc Lester 1975
Iper Zagoriano
Iper Zagoriano


Registrato: 16/11/15 23:07
Messaggi: 5887
Località: Foligno

MessaggioInviato: Ven Nov 12, 2021 12:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

2021 - AUTUNNO CON RAKOSI E YLENIA
8. IL CASTELLO DEL VAMPIRO

Storia spettacolare, bellissima, epica. Mi ha emozionato, mi ha appassionato.
Applause Applause Applause Applause Applause Applause Applause Applause Applause Applause Applause Applause
Tra le più belle storie postnolittiane in assoluto, starei quasi per ritenerla la più bella se non fosse per l'unico dettaglio che mi ha leggermente deluso: il finale. Ma ci tornerò più avanti.

ATTENZIONE, OVVIAMENTE CI SONO DEGLI SPOILER.

È un crescendo. Ottimo il primo albo, introdotto da una gag di Cico che non guasta mai Very Happy
Mi porto avanti per spendere subito due parole sul pancione, straordinario protagonista in alcuni momenti decisivi, come quando impedisce a Frida di mordere Zagor e quando, addirittura, fronteggia Rakosi costringendolo alla fuga grazie all'amuleto di Metrevelic Applause Applause Applause Rauch bravissimo!
Poi entrano in scena i farkaskoldoi, che in Vampyr non mi avevano convinto; ero quindi prevenuto quando ho visto la copertina dell'albo. Invece in questa storia funzionano eccome, l'attacco al treno e poi alla fattoria sono sequenze entusiasmanti. Non vengono abbattuti con eccessiva facilità, anzi, compiono una vera e propria strage. Rimarrebbe la questione (tipica, in effetti, in un fumetto seriale) del fatto che in queste situazioni-limite i morti siano sempre dei poveri sconosciuti (i soldati) e mai i comprimari-protagonisti... Statisticamente è impossibile, ci vorrebbe più realismo, uno tra Imre o Samish Pasha poteva anche essere sacrificabile per dare più tragicità all'albo, ma mi rendo conto di chiedere troppo Wink

Prima di andare avanti, qualche considerazione in ordine sparso:
- dal punto di vista della sceneggiatura, ogni tanto può comparire qualche dialogo pesantuccio, perché, per come è strutturata l'avventura, i protagonisti "sono costretti" più volte a spiegarsi quello che è successo, perché è successo, e quello che succederà. Ma è inevitabile, e devo dire che in linea generale tutti e tre gli albi scorrono benissimo.
- fantastiche le numerose citazioni, tanto esplicite (flashback essenziali sugli episodi precedenti) quanto implicite (il ticchettio di Rakosi-pipistrello sulla finestra della sventurata Anna e poi la sua apparizione, come nella stanza di Albert; la schiena spezzata al vampiro Thomas che ricorda l'identica fine di Molnar; Rakosi spaventato quando si rende conto che il sole sta per sorgere).
- un pochino mi disturba il peso eccessivo che, in questa come nei precedenti episodi del filone, assume la telepatia Think Si tratta di un escamotage narrativo, è chiaro, ma le informazioni condivise tra i non-morti e loro vittime mi paiono troppe... Rakosi, addirittura, arriva a poter eliminare a distanza i propri schiavi vampirizzati, con la sola forza della volontà, come accade allo zingaro che prende fuoco...
- come in un kolossal, è ottima la gestione di tutti i comprimari: sono tanti, ma ciascuno fa bene la sua parte; nessuno emerge troppo, nessuno fa solo la comparsa Applause Parlo sia di quelli che già conoscevamo sia dei nuovi arrivati: un bel gruppo, quello dei patrioti. Non manca il diabolico traditore e si lasciano apprezzare anche i personaggi che recitano la loro brevissima parte, come padre Keller e padre Giacinto, i due religiosi che uccidono i farkaskoldoi.

Torno al commento lineare per dire che il secondo albo, soprattutto dalla parte centrale in poi, è uno spettacolo Applause Applause Applause
Il racconto dei ribelli/patrioti ungheresi, il breve accenno al passato di Rakosi, la sua incursione nel villaggio di Balasz... tavole davvero emozionanti, sale la tensione, cresce l'attesa, e l'inquietudine raggiunge il suo apice con la tremenda sequenza di Frida vampirizzata!
Ed ecco il gran finale, il terzo albo, che comincia col botto: le tre vampire sono inquietanti e spaventose al massimo, raggiungono quasi il livello di Maida e sua madre durante l'orrendo contagio a Bergville. È il ritorno del sense of wonder Applause Applause Applause con noi lettori a vivere le emozioni e la paura di Janos e dei suoi sfortunati compagni. Ecco, mi sia consentito, questi sono i vampiri che spaventano e che mi sono mancati! Queste tre ragazze, non i vampiri-pirati, i vampiri-delinquenti, i vampiri-soldati... L'arrivo di Manfred Moor e la decapitazione delle tre vampire (non in "diretta", poteva starci un'immagine alla Van Helsing) chiude una sequenza di grande intensità.
Giusto due parole su Manfred: è la vera vittima della storia e condivide il destino del povero Alec Wallace: gli uomini che Ylenia vorrebbe con sé muiono, lasciandola sempre più sola. Il capitano Moor è il sacrificato di questa avventura: scelta narrativa che condivido, far morire un importante personaggio dà credibilità ed epicità a tutta una storia.

È il momento di Zagor. Tosto e carismatico, pronuncia in precedenza un notevole, seppur breve, discorso ai suoi compagni: "Lealtà, amicizia, senso di fratellanza! Questi sono valori che la fredda malvagità del barone Rakosi non è in grado di capire... è ciò che ci darà la forza di affrontare qualsiasi orrore quel mostro abbia in serbo per noi... e di vincerlo, insieme!"
Ogni comprimario fa in effetti la sua parte, ma ad un certo punto Zagor diventa assoluto protagonista. Rauch riesce a far sì che si avverta quanto sia coinvolto dalla vicenda, e il lettore con lui partecipa a questa corsa contro il tempo per salvare l'amata Frida. Ciò non toglie il fatto, estremamente realistico, che Zagor non possa battere un arcivampiro in un duello corpo a corpo, e infatti, giustamente, Rakosi lo sconfigge Applause Solo l'intervento di Ylenia rovescia la situazione e consente al nostro eroe di disputare un secondo round: tutto è sempre più appassionante, si arriva alle fasi decisive, il barone comincia a temere, Zagor getta il cuore oltre l'ostacolo e pianta il paletto di frassino nel cuore del vampiro! Vittoria!

Ma... e adesso? Ecco la mia (piccola) delusione, a cui accennavo all'inizio. Ma come, si scrive una storia stupenda, in un crescendo emozionante, contro quello che è ormai il più degno avversario del nostro eroe (Hellingen chi?), che arriva fino in Europa, fino al suo castello, per sconfiggerlo... e poi lasciamo ancora "aperta" la questione? No, no, noooo... Brick wall
Qui ci voleva un finale davvero epico, e coraggioso dal punto di vista editoriale: paletto sul cuore, parole memorabili, decapitazione, distruzione del cadavere, addio definitivo al mostro. Dopo 50 anni da Angoscia! per me si poteva e si doveva mettere questo punto. L'avremmo ricordato per sempre. Non se l'è sentita Rauch o così gli è stato consigliato? Capisco che proporre un nuovo ritorno di Rakosi in futuro possa far gola, ma suvvia, se non ora quando? Era la storia perfetta Brick wall
Invece alla fine questo finale ricalca in fondo quello di Castelli: il vampiro cade in acqua, probabilmente si libererà del paletto, entrerà in uno stato catalettico e potrebbe tornare sulla scena. Che Frida sia guarita non significa nulla, anche gli abitanti di Bergville tornarono normali...

Un'ultima breve considerazione: dovendosi concentrare, finalmente, su Rakosi, questa storia sacrifica in parte la mia amata Ylenia. Poco male, per lei il finale aperto ci sta tutto. Certo, la contessa pian piano, storia dopo storia, sta perdendo la sua ambiguità, ormai si può dire che sia passata definitivamente sulla sponda dei buoni, come fa capire lei stessa quando dice a Thomas che uccide solo per nutrirsi (preferendo eliminare criminali e persone cattive). Vedremo cosa ci riserverà il futuro, spero che Rauch torni a scrivere, quando sarà, una nuova bellissima storia incentrata di di lei.

Passo ai disegni: ero molto curioso di vedere come avrei reagito, dopo aver letto in sequenza tutti gli episodi precedenti, nel trovarmi di fronte ad una storia di questo filone non illustrata da Della Monica. Devo dire che don Raffae' mi è mancato e che Venturi (secondo il modestissimo parere di uno come me che non sa disegnare) lo fa un po' rimpiangere. È comunque un lavoro discreto, che mette sui piatti della bilancia da un lato le classiche tavole narrative, dall'altro quelle di ambientazione. E il livello è differente: le scene "normali", soprattutto le sequenze d'azione, sono più o meno venute bene, a volte sembrano tirate via ma nella maggior parte dei casi funzionano, in particolare alcuni accenni horror quasi splatter (ma mai esagerando); spesso non mi hanno convinto i volti dei personaggi (e quello di Zagor, soprattutto, troppo musone in certe tavole, sembra quello terrificante di Barison), che risultano, come dire, "scolpiti"; le figure femminili, poi, non sono venute così affascinanti come quelle di Della Monica: meglio Frida di Ylenia, comunque. Disegni che, in generale, sono senz'altro positivi.
E poi ci sono le illustrazioni che sono meravigliose. Qui, solo applausi per Venturi Applause Applause Applause Dal castello sui Carpazi al Picco del Lupo al villaggio di Balasz, dal panorama su Kremnitz alle piazze di Vienna, fino ad alcune splash o semisplash pages (su tutte, spettacolare quella che immortala lo spietato condottiero medievale Rakosi, anzi, allora Korasi), vere e proprie bellissime fotografie che mi confermano nell'idea che Venturi (senza nulla togliere a Piccinelli) sarebbe un ottimo copertinista Applause E il tutto, sempre, sulla neve. Ambientazione eccezionale per una storia eccezionale.

Basta, mi sono dilungato anche troppo. Ma ho veramente provato delle emozioni e questa è l'unica cosa che conta davvero Very Happy
CA-PO-LA-VO-RO.
Voto: 9
Se Rakosi fosse morto sul serio, saremmo stati di fronte all'epicità ed avrei dato anche di più. E più di 9 io finora l'ho dato e lo darei solo ad alcune storie della golden age di Nolitta.
_________________
Simone - Io di calcio capisco eccome Wink
Ivan ha scritto:
Zagor sopravvive solo grazie all'ostinazione dei nostalgici che sperano di ritrovare nei nuovi albi uno scampolo del vecchio spirito nolittiano. E come premio vengono chiamati "detrattori".

Luca Barbieri ha scritto:
Sergio Bonelli ha sempre prestato estrema attenzione alla plausibilità degli avvenimenti, base fondante di una convincente "sospensione dell'incredulità". Nolitta ha ben chiaro in testa che le storie di Zagor devono essere sempre verosimili e solide, con i piedi radicati per terra, nonostante l'ambientazione sia aperta alla più sfrenata fantasia.


Ultima modifica di Doc Lester 1975 il Dom Nov 14, 2021 7:52 am, modificato 3 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Angelo1961
Iper Zagoriano
Iper Zagoriano


Registrato: 02/03/12 13:21
Messaggi: 15318
Località: Udin

MessaggioInviato: Ven Nov 12, 2021 1:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Leggerò il tuo commento quando a mia volta avrò letto tuta la storia, per non avere spoiler. Dedico però un pensiero alla tua ultima riga che non ho potuto evitare di leggere: spero che Rakosi NON sia morto, perchè è un personaggio bello e importante. Altro che Mortimer. Facendo anche notare che Rakosi, in 50 anni, è tornato 4 volte (unendo le ultime 2 in un'unica storia, Mortimer in 23 anni, ben SEI!!! Ma basta no?????
_________________
DAL GIUGNO 1970 ININTERROTTAMENTE LETTORE DI ZAGOR!
Incubi e' una storia per zagoriani radical chic (Wakopa)

Ero un giovane ZAGORIANO, mi sono trasformato in un vecchio TEXIANO...

Ci si piglia se si assomiglia. I mediocri vanno con i mediocri...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Walter Maddenbrook
Zagoriano Super
Zagoriano Super


Registrato: 17/11/03 14:25
Messaggi: 4036
Località: Massa

MessaggioInviato: Ven Nov 12, 2021 2:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ottima rece di Doc! thumbup thumbup thumbup

@Supermark: leggi e impara! Not talking
_________________
"Ahh, mò te ne pidjh' più sol' che Paperino, ma anc'.... Sagòr!"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ElEmperador
Iper Zagoriano
Iper Zagoriano


Registrato: 21/12/03 01:26
Messaggi: 10573
Località: Istanbul

MessaggioInviato: Ven Nov 12, 2021 3:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Walter Maddenbrook ha scritto:
Ottima rece di Doc! thumbup thumbup thumbup

@Supermark: leggi e impara! Not talking

He is an author now Confused Laughing
_________________
E M P

https://share.icloud.com/photos/05pGIztDv008xiXfWKbzW4wFw
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Walter Maddenbrook
Zagoriano Super
Zagoriano Super


Registrato: 17/11/03 14:25
Messaggi: 4036
Località: Massa

MessaggioInviato: Ven Nov 12, 2021 5:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

ElEmperador ha scritto:

He is an author now Confused Laughing

True! Shocked Applause
Let's put the star on him immediately! Confused
_________________
"Ahh, mò te ne pidjh' più sol' che Paperino, ma anc'.... Sagòr!"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mauro Tozzi
Zagoriano Expert
Zagoriano Expert


Registrato: 07/02/09 13:59
Messaggi: 1924
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven Nov 12, 2021 11:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

In effetti anch'io devo concordare con Doc a proposito di Rakosi: come ho già detto più sopra, cosa ci si può inventare ancora su di lui? Mi sembra che a questo punto il barone abbia già detto tutto, non sarà mai più pericoloso di così... non sarebbe meglio concentrarsi solo su Ylenia, che invece ha ancora qualcosa da dire? Think
_________________
Occhi di gatto, un altro colpo è stato fatto!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Doc Lester 1975
Iper Zagoriano
Iper Zagoriano


Registrato: 16/11/15 23:07
Messaggi: 5887
Località: Foligno

MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2021 8:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Walter Maddenbrook ha scritto:
Ottima rece di Doc! thumbup thumbup thumbup

Grazie fratello Very Happy
Detto da te è un onore. Mi complimento anch'io con te, ho letto solo ora le tue impressioni (stavolta ero così entusiasta che ho scritto di getto senza consultare gli interventi precedenti) e, come sempre, posso dire che siamo sulla stessa linea. L'unica differenza è che tu plaudi al finale chiuso mentre io l'avrei desiderato più chiuso, col chiavistello, col catenaccio, con una porta blindata Wink
Leggermente differenti le nostre posizioni su Londra (per me è l'anello "debole", nonostante l'ambientazione che da sola vale una storia) e sull'attacco dei farkaskoldoi, che mi ha convinto, mi è piaciuto, nonostante in linea generale io la pensi come te sull'utilizzo dei mostri.
_________________
Simone - Io di calcio capisco eccome Wink
Ivan ha scritto:
Zagor sopravvive solo grazie all'ostinazione dei nostalgici che sperano di ritrovare nei nuovi albi uno scampolo del vecchio spirito nolittiano. E come premio vengono chiamati "detrattori".

Luca Barbieri ha scritto:
Sergio Bonelli ha sempre prestato estrema attenzione alla plausibilità degli avvenimenti, base fondante di una convincente "sospensione dell'incredulità". Nolitta ha ben chiaro in testa che le storie di Zagor devono essere sempre verosimili e solide, con i piedi radicati per terra, nonostante l'ambientazione sia aperta alla più sfrenata fantasia.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Walter Maddenbrook
Zagoriano Super
Zagoriano Super


Registrato: 17/11/03 14:25
Messaggi: 4036
Località: Massa

MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2021 12:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma cosa non ti è piaciuto di Londra, precisamente?
_________________
"Ahh, mò te ne pidjh' più sol' che Paperino, ma anc'.... Sagòr!"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Walter Maddenbrook
Zagoriano Super
Zagoriano Super


Registrato: 17/11/03 14:25
Messaggi: 4036
Località: Massa

MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2021 12:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Kramer76 ha scritto:

Poi mi son dimenticato di dire che quando ho letto questa vignetta ho immediatamente pensato: quando Kramer scriverà la sua recensione sono SICURISSIMO che metterà questa a corredo! Very Happy
E ci ho azzeccato.
_________________
"Ahh, mò te ne pidjh' più sol' che Paperino, ma anc'.... Sagòr!"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Doc Lester 1975
Iper Zagoriano
Iper Zagoriano


Registrato: 16/11/15 23:07
Messaggi: 5887
Località: Foligno

MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2021 1:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Walter Maddenbrook ha scritto:
Ma cosa non ti è piaciuto di Londra, precisamente?

Ah, giusto, l'ho scritto sul commento ai primi due albi (ho valutato separatamente prima e seconda parte della storia).
Lo riporto qui:

La nota stonata della storia, lo scrivo con franchezza, per me è rappresentata dalla "banda degli irregolari". Ok l'omaggio alle atmosfere di Dickens e di Baker Street, ma non mi hanno convinto questi "bimbiminkia" Wink che affrontano dei vampiri come se nulla fosse. Nella parte finale, del resto, ho ritrovato quegli elementi che, come ho scritto più volte, non amo: i non-morti che spuntano in serie, sembrano chissà quanto terrificanti e poi vengono sconfitti e distrutti con estrema facilità in poche tavole. Stavolta anche con l'aiuto di ragazzini. E la tensione emotiva, almeno per quanto mi riguarda, non può che calare. Peccato Sad

Comunque non è certo bastato questo a deludermi, ci mancherebbe Very Happy
Ho trovato molto buono anche l'albo di Londra, ma dei 5 è quello che mi ha convinto di meno.
_________________
Simone - Io di calcio capisco eccome Wink
Ivan ha scritto:
Zagor sopravvive solo grazie all'ostinazione dei nostalgici che sperano di ritrovare nei nuovi albi uno scampolo del vecchio spirito nolittiano. E come premio vengono chiamati "detrattori".

Luca Barbieri ha scritto:
Sergio Bonelli ha sempre prestato estrema attenzione alla plausibilità degli avvenimenti, base fondante di una convincente "sospensione dell'incredulità". Nolitta ha ben chiaro in testa che le storie di Zagor devono essere sempre verosimili e solide, con i piedi radicati per terra, nonostante l'ambientazione sia aperta alla più sfrenata fantasia.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Andrea67
Iper Zagoriano
Iper Zagoriano


Registrato: 24/11/09 21:32
Messaggi: 5541

MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2021 4:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ecco come dovrebbe scriversi Zagor. Due albi stratosferici, con tutti gli ingredienti sapientemente dosati, la giusta dose di suspense, personaggi vecchi e nuovi e, su tutti, la figura del Barone Rakosi che aleggia sinistra e, al momento, vittoriosa.

E gli altri tre albi non deludono, mantenendo lo stesso livello dei primi due, con l’inserimento di ulteriori personaggi che fanno da sfondo alla vicenda e che si fanno ricordare nonostante escano presto di scena. L’autore, la cui maestria non può esser messa in dubbio, rispetta in pieno la caratteristica originaria della saga, quella di far affrontare spesso, all’eroe, nemici che sono o sembrano più forti, quasi imbattibili, nell’offrire un racconto nel corso del quale i pericoli sono così superiori rispetto alle capacità dei protagonisti che ci si chiede, fino alla fine, in che modo gli stessi ne potranno venir fuori.
Per quanto riguarda i disegni, trovo difficoltà a scegliere quali siano i migliori, tanto sono pieni di particolari e perfezionisti. Se vogliamo citare un difetto, direi che la Frida di Venturi non è all’altezza di quella che abbiamo conosciuto in altre avventure, ma ciò si può giustificare col fatto che si trova in condizioni fisiche quasi disperate. Invece, il suo Zagor è quasi perfetto e superiore a quello di Della Monica.
Voto alla storia: 9,4
Voto ai disegni: 9,5
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Commenti sulle storie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 6 di 8

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group